Booking.com, hotel dei Caraibi contro la nuova fee: “Toglieremo i nostri hotel dal portale”

Smart Mice Platform, il digitale al servizio del turismo congressuale
13 Luglio 2019
Il fisco confusionario e il contribuente smarrito
23 Luglio 2019
Show all

La nuova fee di Booking.com non piace. Nonostante l’Ota abbia di recente rallentato sulla nuova commissione, posticipandone a tempo indefinito l’introduzione, sembra crescere il malcontento tra gli albergatori. Nei Caraibi, diversi albergatori aderenti alla Caribbean Hotel and Tourism Association hanno dichiarato di essere pronti a “riconsiderare” la presenza delle proprie strutture sulla piattaforma se l’Ota non sospenderà definitivamente la nuova politica commissionale sugli acquisti in hotel.

L’associazione degli albergatori dei Caraibi, riporta ttgmedia.com, ha definito la nuova policy “gravemente ingiusta” per gli imprenditori, ma anche per i turisti che si ritroverebbero a far fronte a costi più elevati.

Secondo l’associazione la fee si tradurrà in “un profitto a breve termine per Booking.com, che potrebbe trasformarsi in una pesante perdita sul lungo termine".

Fonte: ttgitalia.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *